,

Bunker Soratte e Bombing Day – Sant’Oreste

Anteprima Bunker Soratte

Bunker Soratte – sabato 13 Maggio ho avuto il piacere di fare un passo indietro nella storia.
Sono stato in visita presso questo incantevole posto in occasione dell’apertura straordinaria annuale, chiamata Bombing Day.

Cos’è Bunker Soratte

Bunker Soratte è una Associazione culturale che si occupa di valorizzare tutto ciò che gravita attorno le gallerie della ex-zona militare del Monte Soratte.
I volontari organizzano delle visite guidate senza alcun fine di lucro: tutti i ricavi vengono utilizzati per migliorare l’esperienza del visitatore.

Cenni Storici

La costruzione del bunker viene avviata nel 1937 per volere di Benito Mussolini. Inizialmente doveva essere utilizzato come rifugio per le alte cariche dello stato Italiano.
Venne scelto il Monte Soratte per via della sua posizione strategica, nelle vicinanze di Roma.
Durante la Seconda Guerra Mondiale il bunker viene però occupato dalle forze tedesche: Albert Kesselring individua il Monte Soratte come valido rifugio per le sue truppe.
Dopo circa dieci mesi il bunker venne però bombardato dalle forze alleate, ma i tedeschi riuscirono a scappare.
Per anni il sito venne abbandonato a sè stesso, fino a quando nel 1967, in piena guerra fredda, vennero avviati dei lavori per trasformare il bunker in rifugio anti-atomico.
Lavori che non vennero mai portati a compimento.
L’associazione Bunker Soratte si occupa di recuperare l’area, riacquisita soltanto recentemente dal comune di Sant’Oreste.

Galleria Fotografica

Perchè Andare

Consiglio la visita perchè è stato effettuato un lavoro di ricostruzione veramente eccellente. Le guide sono molto preparate e in grado di far comprendere a tutti una parte della nostra storia che spesso viene tralasciata.

È un incontro con la storia davvero emozionante consigliato a tutti.

Potete trovare maggiori informazioni sul sito dell’associazione: www.bunkersoratte.it

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *